Moving time  5 годин 36 хвилин

Час  7 годин 16 хвилин

Координати 8982

Uploaded 19 вересня 2019

Recorded вересня 2019

-
-
431 m
38 m
0
15
30
60,39 km

Переглянуто 44 раз(и), завантажено 0 раз(и)

біля Belvedere, Lazio (Italia)

Giro super impegnativo fatto seguendo la traccia di una gara del 31.03.2019, appunto la tappa di Civitella Cesi all'interno del Tour dei Casati (composto da 3 ulteriori tappe).

Si parte parcheggiando la macchina all'inizio di Via Monte Li Pozzi o, in alternativa, in uno dei numerosi ristoranti/agriturismi della provinciale adiacente. Si segue Via Monte li Pozzi fino al km 1.6 e poi, stando attendi a non proseguire come abbiamo, erroneamente, fatto noi, si tira dritti su un sentiero sterrato. Si segue questo sentiero fino ad un cancello da aprire facilmente (primo waypoint), e si prende una leggera salita fino al km 3.8. Da lì si arriva in una fattoria e si prende la salita sulla destra (Strada Comunale di Montelungo), una strada a tratti asfaltata e a tratti sterrata che seguiremo per circa 6.5km, ovvero fino alla sommità di questo salitone, durissimo fisicamente ma facile tecnicamente. Da lì si prosegue sulla stessa strada ma in discesa, e al km 14.3 si gira su una sterrata a dx. Si tira dritti sul sentiero principale fino ad un'area all'interno della quale stanno facendo dei lavori (secondo waypoint). Si continua sul sentiero principale (facile da individuare) e si fanno un paio di chilometri all'interno di un bosco. Finito il tratto nel bosco inizia un tratto scoperto dove sono iniziati i problemi: infatti il terreno era fangosissimo (nonostante le poche piogge dell'ultimo periodo) e questo fanga si attaccava alle ruote impedendo a quest'ultime di girare. Siamo stati costretti a smontarle e a fare vari pezzi a mano, un bel problema. Intorno al km 20 c'è da scavalcare un cancello col filo spinato (terzo waypoint) e da lì la situazione migliora, c'è una bella discesa sterrata che finisce in un'altra zona di lavori (quarto waypoint) e da lì si finisce sulla SP3a Braccianese Claudia che prendiamo verso sx e lasciamo poco dopo per prendere una sterrata sulla dx. Da lì partono 4.6km consecutivi di salita sterrata. i primi massacranti data la pendenza, la seconda parte è un po' più tranquilla. ATTENZIONE: al km 28.6 girare immediatamente a sinistra (all'altezza di una fattoria) e non proseguire dritti come abbiamo fatto noi. Infatti c'è un enorme ERRORE (segnalato come tale nel quinto waypoint) che ci ha fatto fare 5km in più, mezz'ora in più e che ha avuto conseguenze negative su tutta l'uscita. Una volta girato a sx all'altezza della fattoria si rigira subito a sx e dopo pochi metri ci si trova davanti ad una bassa rete metallica (sesto waypoint): si scavalca, si prosegue dritti costeggiando il bosco, si fanno un paio di centinaia di metri dentro il bosco e si arriva su un sentiero che prendiamo e seguiamo in discesa fino al Fiume Mignone. Qui si guada il fiume (ignorando un punto in cui si perde la traccia e, invece, proseguendo sulla pietraia per poi trovare un guado molto più semplice) e subito dopo inizia un'altra salita sterrata di circa 2km, anch'essa molto dura. Finita la salita al km 40.85 si gira a sinistra, c'è una breve discesa e poi inizia una rampetta in salita che non è stato possibile percorrere: oltre alla pendenza e alla difficoltà tecnica dovuta ai canaloni sul terreno è stato ancora una volta il fango sulle ruote ad impedire l'avanzamento. IL KM DAL 41.9 AL 42.9 E' STATO FATTO TUTTO CON LE BICI IN SPALLA. Finito questo tratto brutto siamo sbucati sulla Braccianese, la si attraversa e si prende la Strada dei Campi di Santa Lucia, 4km di salita sterrata con pendenza che anche qui si fa sentire molto. Si sbuca poco dopo sulla stessa strada percorsa ad inizio traccia: si fanno quindi 4/5km di salita asfaltata che, con i km e la fatica sulle gambe, s fanno sentire tutti ed infine discesone finale per tornare all'inizio della traccia. Dal km 48.2, infatti, il percorso è identico a quanto fatto fino al km 14.3. Purtroppo, a causa del tanto tempo percorso in sella e non, i telefoni si sono scaricati e la registrazione è stata interrotta ad un paio di chilometri dall'arrivo. La distanza effettiva, infatti, è di circa 62.5km e il tempo complessivo poco inferiore alle 8 ore totali.

Che dire su questo giro.. il panorama è bellissimo, per 8 ore siamo stati immersi nella natura senza vedere né un'abitazione né anima viva, però la bellezza del paesaggio è offuscata dell'immensa fatica: la difficoltà tecnica, tranne nei punti fangosi, non è eccessiva, ma quella fisica è stata davvero tanta, probabilmente anche accentuata dell'errore sopracitato (quindi tempo e km buttati) e soprattutto dall'impossibilità di trovare fonti d'acqua lungo il cammino: siamo stati, infatti, costretti a bere l'acqua del fiume e a chiedere da bere ad un signore incontrato lungo la Braccianese. Quindi ovviamente raccomandiamo di fare il giro muniti di ingenti scorte d'acqua , di farlo assolutamente in compagnia (abbiamo incontrato ZERO ciclisti ed inoltre in molti punti non c'è linea telefonica). A NOSTRO PARERE fatica un po' eccessiva, però grande soddisfazione e grande allenamento.
Waypoint

Primo cancello

Cancello che si apre senza problemi e che ci permette, dopo una breve discesa sterrata, di andare a prendere il primo salitone
фото

Vista

Vista verso sud da uno dei punti più alti. Peccato per il meteo
Waypoint

Zona lavori

Sul sentiero sterrato principale si incontra questa zona con molti uomini al lavoro, proseguire sul sentiero
Waypoint

Secondo cancello

Dopo il primo tratto fangosissimo nel quale è quasi impossibile proseguire in sella si incontra questo cancello. Attenzione al filo spinato e soprattutto ai tafani
Waypoint

Terzo cancello

Dopo il secondo cancello c'è una bella discesa sterrata, alla fine un'altra zona di lavoro con questo cancello. Ci fanno passare senza problemi e poco dopo si prende la Braccianese Claudia sulla sinistra
Dead-end street

Errore

Grave deviazione che ci è costata 5km in più (la metà in salita), mezz'ora, molte madonne e, probabilmente, l'impossibilità di completare la registrazione del percorso. Per evitalo girare a sinistra al km 28.4 (!!!)
Waypoint

Rete

Scavalcare questa bassa rete metallica e tenersi sulla sinistra raso al bosco

Коментарі

    You can or this trail