-
-
1 306 m
208 m
0
7,9
16
31,79 km

Переглянуто 2908 раз(и), завантажено 17 раз(и)

біля San Michele all'Adige, Trentino - Alto Adige (Italia)

km 00.00 - 229m (San Michele). Incamminarsi sulla SP58 in direzione di Faedo. Salire lungo la panoramica e piacevole strada asfaltata fra i verdi vigneti della collina. Seguire sempre la SP58 per Faedo passando per la località Coveli. La salita offre pendenze già riguardevoli ma il fondo asfaltato è perfetto. Nella salita bisogna ignorare il bivio a dx verso la “SP 131 - Strada del Vino” (km 01.62).
km 4.62 –595m (Faedo). Raggiungere ed attraversare Faedo in salita e proseguire sulla SP58 in direzione della località Pineta (indicazioni stradali Cembra, Giovo) . Presso la località Palai la strada offre pendenze del 18%. Proseguire sulla strada asfaltata ignorando altri bivi.
km 6.64 – 742m (Loc. Pineta). Superare, lungo la SP58, la località Pineta. Al termine di un tratto in salita diritto, si giunge presso una curva a dx (sulla sx bel parco e ampio parcheggio). Dopo il parco, anziché proseguire sulla strada asfaltata in piano, imboccare a sx la strada bianca con indicazioni “Lago Santo – Rif. Sauch” (tabelle SAT 414 e 409). La strada sterrata, con fondo molto compatto, non ha pendenze eccessive, salvo un tratto ciottolato molto ripido, non più lungo di 400m, che comunque si fa tranquillamente in sella. Al termine del tratto ripido la strada si fa più morbida.
km 9.00 – 948m (Passo della Croccola). Al “passo” proseguire dritti in leggera discesa e, passando per l’evidente “roccolo”, raggiungere il Rifugio Sauch, ideale punto di sosta.
km 9.46 – 916m (Rif. Sauch). Ora si ritorna indietro fino al passo della Croccola.
km 9.93 – 948m m (Passo della Croccola). Si prosegue in salita a sx seguendo le indicazioni “baita forestale – Lago Santo”. La strada sale con alcuni tratti ripidi pavimentati con laste di porfido.
km 10.73 – 1054 (Bivio Pozze). Raggiunto il bivio in loc. Pozze (cartello SAT 409) proseguire a sx seguendo le indicazioni per “Baita Forestale” SAT 409. Percorrere la sterrata per poche decine di metri e, dopo aver tralasciato un bivio a sx (km 10.98 capitello), proseguire ancora brevemente sulla bella forestale per individuare a dx un bivio con indicazioni SAT409 “Zise E5 Cauria” “percorso Dürer”.
km 11.14 – 1054m (bivio a dx). Bisogna imboccare a dx la stradina forestale che si inoltra nel bosco seguendo le indicazioni SAT409. Qui ha inizio una difficile salita, tecnica e ripida, percorribile in sella solo da biker “professionisti”. Al suo termine si giunge ad un bivio con bella stradina forestale.
km 12.02 – 1128m (bivio). Andare a dx per portarsi ad un vicino e più grande bivio con due strade forestali. A questo bivio andare a sx in piano seguendo le indicazioni SAT409 “Baita Forestale”. In breve si giunge nei pressi della “baita forestale” (km 12.30 - piacevole laghettino) e proseguire sulla strada forestale in piano ignorando altri bivi.
km 14.36 – 1198m (bivio). Al termine di un tratto piano si giunge ad incrociare una stradina forestale che sale da sx a dx (a fianco della strada, a sx, c’è un rudere). Qui salire a dx su forestale piuttosto ripida, ignorare altri bivi minori e raggiungere il Passo Zise. Il grosso ormai è fatto!
km 14.72 – 1254m (Passo Zise). Proseguire a dx in leggerissima salita ed iniziare il bellissimo tratto saliscendi che conduce al Lago Santo. In questo tratto bisogna ignorare i vari bivi che incontrate e proseguire sulla veloce forestale E5 (stradina molto compatta ed evidente) fino al Lago Santo, situato al termine di una ripida stradina cementata.
km 18.01 – 1208m (Lago Santo). Dal bar-rifugio presso il Lago Santo proseguire in discesa sulla bella strada asfaltata SP96 fino al bivio a dx per il Rifugio Maderlina.
km 19.86 – 1013m (bivio Maderlina). Imboccare a dx la stradina asfaltata con indicazioni “Maderlina” fino a raggiungere l’Ex Rifugio (altare). Il tratto alterna tratti asfaltati con alcuni sterrati. Ignorare altri bivi.
km 20.98 – 1030m (ex Rifugio Maderlina). Proseguire dritti lungo la piacevole strada sterrata in leggera discesa fino ad incontrare un evidente bivio a dx con altra strada sterrata e con indicazioni SAT 417 “Pineta di Faedo – Palù - Sovina”.
km 21.50 – m (bivio SAT 417). Proseguire a dx sulla strada sterrata in piano e poi in discesa seguendo le indicazioni “Palù - Sovina” (SAT). Ignorare altri bivi minori. In un tratto in discesa nel bosco vi troverete su un bivio con netta curva in discesa a sx (km 22.70 – 941m). Qui non proseguite dritti ma scendete a sx lungo la ripida rampa che conduce nei pressi di una bella casa da monte. Passate a fianco della casa e proseguite per la strada forestale. Ignorate i vari bivi che incontrate e proseguite sulla stessa forestale finché giungete and una netta biforcazione.
km 23.67 – 943m (biforcazione). Qui non ci sono indicazioni: proseguite a dx in piano (se scendete a sx dovrete percorrere una mulattiera in discesa molto ripida e tecnica che comunque porta sempre sulla strada SP58 Masen – Faedo) e, ignorando altri bivi, portarsi fino al bivio “Fontanelle di Faedo (760m)”, ovvero sulla sterrata percorsa in salita.
km 24.75 – 889 m (bivio). Ora proseguite a sx in discesa e percorrete la strada che avete fatto all’andata fino a tornare al punto di partenza.
km 32.24 – 229m. Arrivo
Come arrivare
San Michele all’Adige, trovandosi sull’asse del Brennero, è facilmente raggiungibile sia attraverso la A22 che la SS12. Dal capoluogo Trento, dista circa 16km. Giunti in paese portarsi presso l’evidente rotonda e proseguire a sinistra seguendo le indicazioni SP58 per Faedo. In breve si supera la chiesa di San Michele e l’edificio dell’Istituto Agrario, subito dopo i quali, sulla destra, si trova un parcheggio

View more external

Коментарі

    You can or this trail