Час  6 годин 36 хвилин

Координати 2572

Uploaded 1 вересня 2020

Recorded липня 2020

-
-
3 051 m
2 016 m
0
2,6
5,3
10,51 km

Переглянуто 46 раз(и), завантажено 0 раз(и)

біля Serre Uberto, Piemonte (Italia)

La cima sorge sullo spartiacque principale Po-Guil tra la vicina punta Udine e le Rocce Fourion è una evidente punta della cresta Nord del Gruppo del Monviso, sulla linea di confine tra Francia e Italia. A Sud è delimitata dal Colle del Coulour del Porco, a Nord dal colle del Coulour Bianco, che la separa dalle Rocce Fourioun. Vi sono diversi percorsi per raggiungere il Rifugio Giacoletti, quello descritto è il più rapido e diretto. In alternativa al primo bivio che si incontra salendo, anziché proseguire per le Traversette, si svolta a sinistra per quello segnalato che conduce al Lago Superiore e quindi al rifugio. (2115 m)
Da Pian del Re (2020 m) si prende il sentiero diretto al Rifugio Giacoletti che inizia dal parcheggio in fondo a destra. Percorrendo a mezzacosta l’intero pianoro sino al primo bivio, dal quale si prosegue a destra per il Colle delle Traversette, lasciando il segnavia a sinistra per il Rifugio Giacoletti. Risalendo con pendenze moderate, tra erba e detriti il vallone, si raggiunge un grande masso che ricorda la bocca aperta di una balena e poco dopo si incontra un nuovo bivio. Qui si svolta a sinistra, seguendo per il Couloir del Porco e il Rifugio Giacoletti. Si attraversa un piccolo rio e si inizia con una prima serie di svolte tra roccette e sfasciumi, per salire un ripido canalone che supera un tratto sotto alla roccia per sboccare poi su una parte meno ripida, chiusa tra Punta Venezia e le Rocce Alte, che sbocca direttamente nei pressi del rifugio. Salendo si incrocia a destra il Sentiero del Postino. (2510 m) La parte superiore meno ripida del canalone era ancora innevata, ma comunque di facile salita. Raggiunto il Rifugio, (2741 m) ci aspetta la seconda parte più impegnativa del percorso; si attraversa il canalone alle spalle del rifugio, quasi sempre innevato e ci si porta sulla sinistra orografica (tacche rosse) dove parte la nuova ferrata recentemente allestita da Andrea Sorbino, gestore del Giacoletti, impegnato in una sistematica opera di attrezzatura delle vie classiche in zona.
Quindi, seguendo la ferrata si risale tutto il Couloir; corde, catene e staffe in acciaio aiutano a superare ripide paretine e blocchi rocciosi per circa duecento metri impegnativi, fino ad arrivare al passo del Couloir del Porco (2929 m), dal quale si ha un’ampia visuale sul basso vallone francese di Guil, sul monte Losetta (3054 m) e sull’Aiguillette (3298 m) posti nel versante opposto. Dopo un primo tratto più ripido superiamo quello più roccioso dopo il quale la salita su sfasciumi diventa più comoda e agevole. Poco prima della cima si vede già la croce di vetta e subito dopo il bivacco ex militare, risalente all’ultimo conflitto mondiale. Il bivacco non ha un nome definito, ma è conosciuto come bivacco di punta Venezia. (3095 m)
Infine, con un breve tratto di arrampicata in una spaccatura del castello sommitale (II+, 2 spit), si arriva alla croce di vetta. Appena dopo sono visibili le Rocce Fourion (3153 m), il Granero (3177 m) e il monte Meidassa (3105 m), mentre a sud vediamo le punte Udine, (3022 m) Roma (3070 m), Gastaldi (3214 m) e Visolotto (3348 m) che precedono il Monviso (3841 m).
Per il ritorno si scende nuovamente al Colle Losàs del Rifugio Giacoletti, ripercorrendo la stessa via e una volta raggiunto quest’ultimo si scende per la via normale che passa dai Laghi.
Il percorso prosegue nel pietroso avvallamento divenuto più aspro sotto le imponenti pareti rocciose delle punte Roma e Udine e scende per la ripida china meridionale delle Rocce Alte. Giunti nei pressi di una pietraia della balza superiore (2560 m) si lascia a destra il sentiero V18 per il passo del Colonnello e per punta Roma. Il sentiero continua a scendere con tornanti dai quali appaiono in basso tutti i laghi rendendo ben visibile, a Sud-Est, la sagoma del Viso Mozzo. Si arriva al Lago Lausetto (2330 m) dove, svoltando a sinistra e dopo un breve tratto, si raggiunge la sponda destra del lago Superiore (2313 m) Si costeggia lo specchio d’acqua sulla sinistra tra pascoli e massi e s’imbocca il sentiero che, scendendo rapidamente e con svolta a sinistra, conduce ad attraversare l’emissario che, con una bellissima cascata, scende dal lago. Qui si deve fare attenzione a non scivolare, infatti ci sono alcune corde e catene di sicurezza. Si prosegue in leggera discesa fino ad incontrare sulla destra, una scorciatoia che scende direttamente a monte della sorgente del Po.
Точка шляху

Bivio Lago Chiaretto

Точка шляху

Bivio Punta Roma

Точка шляху

Couloir del Porco

Точка шляху

Lago Fiorenza

Точка шляху

Lago Lausetto

Точка шляху

Lago Superiore

Точка шляху

Pian del Re

Точка шляху

Primo bivio per Rifugio Giacoletti

Точка шляху

Punta Udine

Punta Udine 3022m
Точка шляху

Punta Venezia

Точка шляху

Rifugio Vitale Giacoletti

Rifugio Vitale Giacoletti - C.a.I. Barge Crissolo, Cuneo, ITA IT:RIFUGIO VITALE GIACOLETTI
Точка шляху

Sentiero Del Postino

Точка шляху

Sorgente del Po

Sorgente del Po

Коментарі

    You can or this trail